LA PAGINA TRENTINA

Blog di informazione indipendente dal Trentino – Alto Adige

I vantaggi dei pannolini lavabili

Il vantaggio economico

Molti studi condotti in diversi paesi europei hanno dimostrato che l’investimento di base per un pacco di pannolini riutilizzabili, con tutti gli accessori, nel tempo è di gran lunga più vantaggioso dell’impiego dei pannolini usa e getta: scegliendo l’alternativa più economica, una famiglia può risparmiare sino a 600 euro per bambino. Inoltre, molte città e comuni offrono premi alle madri che scelgono i pannolini riutilizzabili anziché quelli usa e getta. Il contributo finanziario può salire sino al 50% del prezzo di acquisto del pacco (tra l’altro in Belgio e nel Regno Unito).

Il benessere del bambino

Un pannolino usa e getta è fortemente isolante ed è privo di pori che, facendo da ponte con l’ambiente, consentano la traspirazione. In altri termini, il sederino del bambino è totalmente chiuso e spesso si irrita più rapidamente, a causa dell’umidità all’interno del pannolino. La temperatura ideale per quest’ultimo ammonta a 34°C, mentre le proprietà fortemente isolanti dei pannolini usa e getta mantengono la temperatura mediamente a 37°C. Inoltre, sin troppo spesso l’unico argomento addotto nella vendita di tali pannolini è la massima capacità assorbente. Le sostanze chimiche provano dunque il proprio punto di forza pratico, ma l’innocuità di questi elementi innaturali non è stata ancora dimostrata. I pannolini riutilizzabili contribuiscono decisamente al benessere del bimbo e, soprattutto, i bambini che li portano non ne hanno più bisogno tra i tre e i sei mesi prima.

L’aspetto ecologico

Nel periodo che intercorre tra la nascita ed il momento in cui il pannolino non è più necessario, ogni singolo bambino fa aumentare l’immenso cumulo di rifiuti già esistente di una quota compresa tra i 1.200 ed i 1.400 kg. Inoltre, i pannolini usa e getta non sono inclusi nella raccolta differenziata e, di conseguenza, vanno a finire nella frazione rimanente dei rifiuti domestici, che vengono inceneriti in altiforni provocando un’enorme emissione di diossina. Il tempo necessario alla natura per degradare un pannolino usa e getta, farcito di sostanze chimiche, va dai 200 ai 500 anni, a seconda del tipo. Inoltre, la produzione di tali pannolini è estremamente dispendiosa in termini energetici e di materie prime.

Informazioni sull’Autore

Saskia Markestein

Ecomiqui.it

Fonte: Article-Marketing.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 marzo 2017 da in fonti esterne.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: